Agriturismo e Locanda  bio,
Ospitalità e Fattoria didattica

Agrumi

Gli agrumeti si estendono per circa 16 ettari ed i frutti vengono utilizzati sia per il consumo fresco che per la trasformazione in marmellate e succhi.

Le varietà presenti (navel, tarocco nocillare e comune, moro, sanguinello, clementina, limone, bergamotto) consentono una raccolta che permette di avere prodotto fresco da ottobre a marzo.

Navel (o arancia con ombelico) è a polpa gialla e presenta all’apice un secondo e più piccolo frutto in formazione. I frutti hanno una polpa dolce e colore arancio.

Tarocco E’ il Re delle arance a polpa pigmentata. Questa cultivar è la più diffusa, almeno tra le pigmentate. I frutti hanno colore arancio intenso con sfumature rosse e pezzatura elevata. La forma è sferica, tendente all'ovoidale per la presenza di un collare, o «muso», ben sviluppato nelle arance più caratteristiche. Il succo presenta un contenuto di vitamina C molto elevato e superiore a quello di molti altri agrumi. La maturazione inizia verso la metà di dicembre, negli agrumeti in collina e ben esposti; la raccolta termina verso i primi di aprile, nelle aree più tardive, pertanto i frutti di questa cultivar sono presenti nei mercati per circa quattro mesi.

Sanguinello Si differenzia per il colore più aranciato e per il sapore più delicato, di colore arancio intenso con sfumature rosse. La polpa ha colorazione rossa abbastanza marcata, buona resa in succo e sapore eccellente in piena maturazione. Quest'ultima, normalmente, ha inizio in febbraio e il grosso della raccolta viene a cadere tra marzo e aprile, epoca in cui i frutti raggiungono le migliori caratteristiche organolettiche.

Clementina Incrocio tra arancio amaro e mandarino. Coltivate in Italia sin dagli anni ’30, le clementine, hanno trovato uno dei loro habitat ideali in Calabria. Il clima mite e regolare riesce ad esaltare le caratteristiche qualitative estrinseche ed intrinseche del frutto, che solo in Calabria giunge a maturazione molto precocemente (primi di ottobre). Le aree di maggiore produzione sono concentrate nelle zone di pianura esistenti nella regione ed in particolare la Piana di Sibari e Corigliano nel cosentino, la Piana di Lamezia nel catanzarese, la Piana di Gioia Tauro-Rosarno e la Locride nel reggino. Raccolte da ottobre a febbraio, a seconda delle varietà (Spinoso, SRA 63, Comune, Hernandina, Fedele, Tardivo, Marisol e di Nules), sono pressoché apirene, ovvero senza semi (o ne hanno pochi), ricche di vitamine, aromatiche e molto dolci, risultano facili da sbucciare, essendo l’epicarpo liscio e molto sottile e possono gustarsi fresche o essere trasformate in canditi, marmellata, succhi, sorbetti, dolci e liquori. Le clementine presentano una forma sferoidale leggermente schiacciata ai poli, con dimensioni minime di 16-18 mm. La buccia, liscia e di colore arancio scuro, racchiude una polpa succosa e aromatica.

Limone L'albero del limone è un sempreverde da frutto, ha un portamento aperto ed i rami a frutto normalmente spinosi. Le foglie sono alterne, rossastre da giovani e poi verde scuro sopra e più chiare sotto, generalmente ellittiche. I fiori, bianchi e violetti, dolcemente profumati, in condizioni climatiche favorevoli sono prodotti praticamente tutto l'anno. È un antico ibrido, forse tra il pomelo ed il cedro. In clima favorevole, il limone fiorisce e fruttifica due volte all'anno. La fioritura dura almeno due mesi. La fioritura primaverile produce i frutti migliori, la cui raccolta dura poi tutto l'inverno, da novembre ad aprile o maggio.

Bergamotto Agrume autoctono calabrese, la sua coltivazione si concentra in un'area molto ristretta: 100 km di costa ionica reggina. Il bergamotto è un frutto ricco di vitamina A, C e vitamine del gruppo B ed è una fonte importante di flavonoidi. I benefici del succo di bergamotto sono legati alla straordinaria ricchezza di polifenoli, sostanze antiossidanti che aiutano il nostro organismo a rimanere in forma e in salute. La somministrazione del bergamotto, sotto forma di succo o spremuta, avviene proprio per usi terapeutici, ha proprietà energizzanti e tonificanti ed in particolare il succo contiene dei principi attivi che aiutano a ridurre il colesterolo. Gli impieghi principali del bergamotto in realtà vanno oltre gli usi alimentari, infatti viene utilizzato soprattutto per la produzione di oli essenziali estratti dalla buccia, ma anche dai rametti, dalle foglie e dai fiori. Inoltre l’olio essenziale di bergamotto viene utilizzato soprattutto in profumeria per via del suo aroma.